HOME PAGE

Aumenti del Contratto Industria Turistica
Dal 1 novembre 2017 scatta la seconda tranche di aumenti retributivi previsti dal rinnovo del CCNL dell'Industria Turistica 2013-2018.

Con il nuovo contratto non arrivano solo gli aumenti per tutti i livelli ma c'è stato un accordo sulla paga base nazionale che ora è stata conglobata.

Minimi retributivi dal 1 novembre 2017 - Alberghi e altri settori
  • Livello A1 - 2.199,06 euro
  • Livello A2 - 2.036,37 euro
  • Livello B1 - 1.897,70 euro
  • Livello B2 - 1.734,99 euro
  • Livello C1 - 1.636,64 euro
  • Livello C2 - 1.544,59 euro
  • Livello C3 - 1.449,03 euro
  • Livello D1 - 1.393,54 euro
  • Livello D2 - 1.287,82 euro


Continua a leggere...»
Aumenti Unionmeccanica Confapi PMI
Dal 1 novembre 2017 scatta la prima tranche di aumenti prevista dal rinnovo 2017-2020 del CCNL Unionmeccanica Confapi PMI.

Questa prima tranche prevede degli incrementi retributivi bassi per tutti i livelli, in attesa di metà 2018 quanto questi saranno determinati dell'indice dei prezzi al consumo Istat (IPCA).

Aumenti retributivi mensili lordi dal 1 novembre 2017
  • 1° livello: 1,31 euro
  • 2° livello: 1,45 euro
  • 3° livello: 1,60 euro
  • 4° livello: 1,67 euro
  • 5° livello: 1,79 euro
  • 6° livello: 1,92 euro
  • 7° livello: 2,06 euro
  • 8° livello: 2,24 euro
  • 9° livello: 2,49 euro

Continua a leggere...»
Bonus Irpef
La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti novità nel mondo del lavoro. Insieme con gli incentivi alle assunzioni scatta l'innalzamento delle soglie di reddito per avere in busta paga il bonus Irpef di 80 euro.

Crescono le fasce di reddito precedentemente previste dal bonus dal 2014:
  • le soglie salgono da 24.000 euro a 24.600 euro (bonus pieno)
  • le soglie salgono da 26.000 euro a 26.600 euro (bonus ridotto)

L'obiettivo di questi incrementi del tetto di reddito è quello di salvare gli 80 euro nelle buste paga dei dipendenti pubblici che li avrebbero persi superando la soglia prevista con il rinnovo del contratto del pubblico impiego. 


Continua a leggere...»
Elemento economico garanzia Commercio
Con la retribuzione di novembre 2017 i lavoratori con il Contratto del Commercio riceveranno in busta paga l'elemento economico di garanzia nel caso in cui le aziende in cui sono impiegati non applicano la contrattazione di secondo livello.

Secondo quanto stabilito dal rinnovo del CCNL, l'importo dell'elemento economico di garanzia varia in base ai livelli e alle dimensioni della società:
  • Aziende fino a 10 dipendenti
    • Quadri, I e II livello: 95 euro
    • III e IV livello: 80 euro
    • V e VI livello: 65 euro
  • Aziende da 11 dipendenti in poi
    • Quadri, I e II livello: 105 euro
    • III e IV livello: 90 euro
    • V e VI livello: 75 euro


Continua a leggere...»
Smart working
Per alcuni è già realtà, per altri un lontano miraggio. Lo smart working in Italia è stato finalmente regolamentato con la legge n. 81 del 21 maggio 2017, ma le novità introdotte da queste regole spesso vanno in contrasto con quando oggi accade nelle aziende.

Dopo l'approvazione della legge infatti è necessario mettere sotto esame gli accordi aziendali, in particolare sui temi legali ad orario, luogo di lavoro e livelli retributivi. Rispetto a quanto definito dalla legge, che prevede una modalità di esecuzione del lavoro in cui la scelta dell'orario e del luogo di lavoro sono a discrezione del dipendente, in molte aziende il funzionamento del lavoro agile prevede solo alcuni giorni della settimana (in gran parte dei casi solo un giorno).

Vediamo più in dettaglio i punti più importanti, relativi agli accordi di smart working aziendale, che dovranno essere evitati o rivisti con il legge n.81/2017.


Continua a leggere...»