Contratto Industria delle Calzature - Rinnovo 2016-2019

Contratto Industria delle Calzature
Ad un anno dalla scadenza è stata siglata il 27 aprile 2017 l'ipotesi di rinnovo per il Contratto Calzaturiero per gli anni 2016-2019.

La firma del nuovo CCNL è arrivata dopo un'intensa trattativa tra i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Assocalzaturifici-Confindustria. Coinvolge oltre 80mila lavoratori del settore dell'industria delle calzature in Italia ed è valido dal 1 aprile 2016 al 31 dicembre 2019.

Tra le novità da segnalare:
  • Aumento dei minimi retributivi: aumento lordo medio di 70 euro (IV livello) diviso in tre tranche:
    • 1 aprile 2017 (25 euro)
    • 1 aprile 2018 (25 euro)
    • 1 aprile 2019 (20 euro)
  • Sanità integrativa: a partire dal 1 gennaio 2019 viene istituito il Fondo integrativo sanitario di settore a cui le aziende dovranno contribuire per ogni lavoratore dell'industria delle calzature con:
    • 12 euro per 12 mensilità
      • 8 euro dal 1 gennaio 2019
      • 4 euro dal 1 settembre 2019
  • Previdenza complementare: viene incrementato al 2% (+0,50%) la quota versata dall'azienda al Fondo Previmoda dal 1 gennaio 2019
  • Flessibilità: il numero di ore passa da 96 a 104
  • Part time e somministrazione: per il tempo parziale la soglia dei lavoratori passa dall'8% al 12%; per la somministrazione la soglia passa dall'8% al 10%
  • Secondo livello di contrattazione: per le aziende prive di contrattazione di secondo livello viene riconosciuto un elemento di garanzia retributiva per tutti i lavoratori del settore calzaturiero di: 
    • 200 euro per il 2017
    • 250 euro per il 2018
    • 300 euro per il 2019
  • Durata: la validità triennale del contratto è stata estesa di 9 mesi (fino al 31 dicembre 2019)

Scarica la copia del rinnovo 2016-2019 del Contratto Industria delle Calzature.

, , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

1 Commento :

  1. Io credo che sia un aumento contrattuale a dir poco ridicolo

    RispondiElimina